Non solo teste di serie

Il bomber di quartiere diventa mister 100 gol in Serie A

12 Dicembre 2016

di Lorenzo Pulcioni

L'attaccante del Chievo, Sergio Pellissier, entra nel club dei giocatori in grado di realizzare 100 gol in Serie A.

Un gol al Palermo che mette in ghiaccio la vittoria dei suoi (0-2) da rapinatore d'area, approfittando di un errato retropassaggio di un difensore verso il portiere. "Ci si prova sempre a inserirsi sulle linee di passaggio, il più delle volte le difese riescono a rimediare, stavolta è andata bene". Dribbling secco al portiere e gol. Non importa la forma, conta la sostanza. E' la centesima firma del bomber valdaostano (il cognome, come tanti di quella zona, fa riferimento ai vecchi mesteri di una volta, nel suo caso "pellicciaio") in massima serie. Tutte messe con il Chievo di cui è bandiera e capitano. Bomber di provincia per eccellenza, anzi dovremmo dire bomber di quartiere visto che Chievo è come noto una piccola frazione di Verona.

Il primo gol, lo ha ricordato lui stesso a Sky, lo segnò al Parma. Tra le sue perle spicca una tripletta alla Juventus di Buffon. Una serie infinita di "gol salvezza". Negli ultimi anni ha diradato la cadenza del suo personale pallottoliere. Un po' perchè l'età avanza per tutti, pure per lui che è un classe 1979. Un po' perchè lo scorso campionato è andato a segno solo una volta, complice qualche infortunio e l'esplosione di Paloschi. Ma come il giovane attaccante scuola Milan ha cambiato aria, ecco di nuovo il caro e vecchio Sergio al centro dell'attacco e con la fascia da capitano al braccio, ovviamente.

"Una sensazione splendida, calcisticamente parlando è uno dei giorni più belli della mia vita. E’ bello festeggiare insieme alle persone che mi hanno sempre voluto bene e che nei momenti di difficoltà mi sono state vicine. La mia famiglia è straordinaria e senza di loro non sarei sicuramente qua adesso". Ecco le sue dichiarazioni, semplici, dirette, da bomber di provincia e di quartiere. Ha ringraziato il pubblico di Palermo, che nonostante il periodo sciagurato della sua squadra si è alzato ad applaudirlo quando è uscito dal campo, ricordando come queste sono le classiche "cose belle del calcio". Quando, cioè, una tifoseria avversaria riconosce il valore tecnico ma anche umano di un attaccante che, nel suo piccolo, è un icona per tanti appassionati di calcio.

Ama il Chievo e spera ancora di restare tanti anni. Lui, che è il prototipo dell'attaccante che suda, si sbatte, lotta per la squadra e non dice una parola. Lui, autore di un record singolare. Una sola presenza in Nazionale (nel 2009, convocato da Lippi per un'amichevole) e ovviamente a segno anche lì alla prima occasione subito dopo l'ingresso in campo. Buon centesimo gol in Serie A bandiera clivense e di tutti gli amanti del calcio romantico. Eterno e magnifico Sergio Pellissier.

Ti consigliamo

Non solo teste di serie

Lo spirito del Grande Torino rivivrà nel Nuovo Fil

Sono attesi almeno 3000 tifosi granata alla posa della prima pietra che sancirà l'inizio dei lavori di ricostruzione dello stadio Filadelfia.

12 Ottobre 2015

Non solo teste di serie

Dal 3-3-4 di Glerean a Venturato: è il Cittadella

Davvero un campionato imprevedibile la serie B. Lo scorso anno il Crotone, due anni fa Carpi e Frosinone, quest'anno a esser partito in quinta è il Cittadella di Venturato

11 Ottobre 2016

Non solo teste di serie

Il derby umbro Perugia-Ternana match clou di serie

Una partita sentitissima dall'intera regione, che da sempre si divide in tifosi (e simpatizzanti) dei biancorossi e rossoverdi. Sono 45 le gare ufficiali giocate a Perugia

16 Settembre 2016

Non solo teste di serie

A Crotone la festA corre sui social

LA primA cosA bellA e altre frasi simili ormai a Crotone si scrivono rigorosamente con la A maiuscola, e dopo la promozione la squadra di Juric aumenta grazie ai social network il numero di tifosi e appassionati

30 Aprile 2016

Non solo teste di serie

Il ritorno della Spal: in serie B dopo 23 anni, da

Perchè noi del Bar Sport ci teniamo così tanto al ritorno in serie B della squadra di Ferrara? Non dovreste neanche chiedercelo, ma se proprio siete curiosi ecco una serie di validissimi motivi...

29 Aprile 2016

Non solo teste di serie

Budimir segna ancora e il Crotone è a un passo dal

A Crotone il cielo è sempre più blu, anzi rossoblu. Una delle colonne sonore che va per la maggiore all'Ezio Scida è proprio la celebre canzone di Rino Gaetano, che era proprio di origine crotonese. Motivi per festeggiare

2 Aprile 2016