Il borsino di Foà

Turno di (mezza) gloria per le provinciali

6 Novembre 2017

Anche se la favola del Benevento che vince allo Stadium contro i campioni d'Italia della Juve è stata prima "girata" da Higuain e poi spezzata dal gol di Cuadrado, il turno di Campionato ha fatto registrare una, sia pur parziale, impennata delle cosiddette provinciali e delle squadre medio-piccole.

Parziale, perchè per rivitalizzare Genoa e Sassuolo difficilmente basteranno pgliativi come per esempio il cambio di allenatore al Grifone, ma interessante almeno per il Torino, il Chievo, la Spal (che hanno pareggiato con Napoli, Inter e Atalanta) e per il Crotone, che è in forma ed è passato sul campo di un comunque labile Bologna, nonostante Verdi, il talento rossoblu, abbia realizzato nell'arco di sei minuti due reti su punizione una con il destro e una di sinistro.

Veniamo alle cosiddette grandi e cominciamo dal Napoli che non ha segnato contro un Chievo determinato e ben disposto, cioè arroccato, in difesa. In teoria con il pari i partenopei hanno perso due punti dalla vera prima avversaria -la Roma- e da sovrastimata Juve ma in realtà più che di questo e della "lecita" stanchezza preoccupa la mancanza di sbocchi tattici in partite come queste, dove Mertens, Callejon e Insigne faticano a trovaree li spazi per lanciarsi in velocità e magari servirebbe un centravanti meno "falso" e più "pesante". Niente allarmi comunque e non si faccia un dramma di una singola partita, dato che su 12 la squadra di Sarri ne ha vinte 10 e impattate 2.

Anche il pari tra l'Inter e il Torino ci sta eccome, primo perchè i granata (cui il recupero di Belotti è servito non solo in chiave gol ma anche a livllo tattico e psicologico) non sono una squadretta e secondo perché tutto sommato i nerazzurri hanno giocato meglio ieri di altre volte quando avevano addirittura vinto; insomma, con i limiti qualitativi e di rosa dell'Inter non poteva e non potrà essere sempre festa ma intanto il distacco dalla vetta è rimasto invariato. 

A proposito di limiti la Juve ha mostrato ancora una volta i propri ma alla fine è riuscita a battere il Benevento e oggettivamente senza rubare nulla, cosa che primo non è di tutti i giorni e secondo ci sarebbe mancato altro, perchè la palla è rotonda ma che i campani siano a zero punti è un dato di fatto chee fa quadrare i conti.

E veniamo alla Roma, l'unica a entusiasmare e a continuare una striscia vincente in maniera convincente: questione di forma, certo, ma anche di forza autentica ed assoluta, tanto più se Nainngolan  Strootman dovessero, loro sì, recuperare la condizion migliore. Perchè 6 gol e 4 punti in 2 partite al Chelsea non glieli può fare nessun'altra squadra italiana.

Infine, si ritorna a parlare di rilancio-Milan. Bene, cioè male, perchè primo di battere il Sassuolo di quest'anno sono capaci tutti e secondo una volta può andarti bene anche contro il Real ma se sei scarso scarso rimani. E il Milan, scarso, lo è...     

Ti consigliamo

Il borsino di Foà

QUESTA SETTIMANA PARTE L'EX CAMPIONATO PIU' BELLO

Dunque ci siamo, riparte il campionato italiano di serie A. Che ormai, tanto di "A" non è più da tempo se si guarda al livello del gioco e dei giocatori ma tanto lo show deve continuare e alla fine va bene così, primo perché lo dice Vasco e secondo perché alla fine, eccheccavolo, è appunto un gioco, mica questione di vita o di morte. 

17 Agosto 2015

Il borsino di Foà

NAPOLI SEMPRE DUE SPANNE SOPRA E MILANO STENTA

Tutti a magnificare la sfida di sabato prossimo come la grande occasione per il sorpasso juventino al Napoli. Bene, cioè male, perché se non interverranno fattori più o meno esterni quali gambe molli, ambiente troppo pressante, bioritmi rovesciati e/o arbitraggio (per carità sempre possibili) la squadra di Sarri farà meno fatica a uscire da Torino ancora al comando della classifica di quanta ne ha fatta ieri a bucare la roccaforte del Carpi.

8 Febbraio 2016

A briglia sciolta

Palio e Voglia di Palio sfide tra Stelle e Comuni

Territorio e passione grandi protagonisti della tre giorni di Montegiorgio

5 Novembre 2017

Il borsino di Foà

Il Milan ha trovato il vero colpevole: l'Oroscopo

Napoli e Roma avanti tutta mentre la Juve ritrova Higuain

30 Ottobre 2017

Il borsino di Foà

Juve in crisi di idee ma nessuno lo ammette

Intanto la classifica è sempre più delineata e forse l'unica lotta aperta è proprio quella per lo scudetto

20 Marzo 2017

Il borsino di Foà

La Juve scappa, la Roma cade, il Napoli inciampa e

La gara per lo scudetto resta comunque aperta

30 Gennaio 2017

In questa categoria