Il borsino di Foà

Milano vicina all'Europa solo nella canzone di Dalla

29 Dicembre 2017

L'ho scritto l'ultima volta e per capirlo non serviva certo essere Sai Baba: il Derby di Coppa Italia tra Milan e Inter -tolto il fascino della sfida stracittadina- avrebbe ed ha effettivamente avuto il sapore consolatorio di un confronto tra due squadre minori dalle ambizioni forzatamente limitate.

Il Milan, sia quello di Montella sia questo di Gattuso, è scarso e alla fin fine, se ha passato il turno, può ringraziare la fortuna e deve anche dir grazie a Cutrone, a Donnarumma jr (il primo sempre considerato dietro altri perchè essere gratis è una colpa, altrimenti come spieghi che hai speso milioni e milioni per Andrè Silva e Kalinic, lì davanti e il secondo semplicemente "raccomandato", come alcuni boss consigliano cose, persone, azioni ed offerte "che non puoi rifiutare") a Suso (che volevano vendere a tutti i costi ma semplicemente costava troppo) e già che c'è pure a Joao Mario che è vero gioca nell'Inter ma a vedere il gol che si è divorato è stato il giocatore più importante dei rossoneri. 

L'Inter -e in tempi non sospetti abbiamo ripetuto più volte che prima di giudicare Spalletti una sorta di guaritore dai super poteri di Superman, Dumbo e Batman messi insieme bisognava attendere i primi problemi- non ha buttato nel cesso 300 milioni, è messa meglio del Milan come talenti ma se possibile al momento sta pure peggio perchè se in cinque partite con tanto di quattro tempi supplementari -due con il Pordenone, che è simpatico ma non è il Barcellona- segni una sola rete (e nel match dove in compenso ne prendi tre) è difficile che i conti alla fine tornino.

Una partita giocata senza fantasia nè centrocampo, da una parte e dall'altra. Insomma Dalla aveva ragione a cantare "Milano che fatica" e torto marcio, nella stessa canzone, con "Milano vicino all'Europa"...

  

Prime pagine di oggi

Ti consigliamo

Chiacchiere da bar

LA BARGIRL GIADA SCIORTINO "SCATTATA" DA MARVIN DA

Nuovi scatti ricchi di sensualità ed energia per la bargirl Giada Sciortino, questa volta "ritratta" principalmente dal bravo Marvin Danesi.

29 Novembre 2015

Il borsino di Foà

Il Milan più scarso di sempre abbandonato a se ste

Intanto il Napoli si riprende la testa del Campionato

18 Dicembre 2017

Parole&Pensieri

Lo scarso coraggio di Baglioni e le storie poco te

Sanremo di nuovo avrà solo qualche "vecchio" artista

16 Dicembre 2017

Il borsino di Foà

La domanda del giorno: quanto guadagnano Donnarumm

Intanto Higuain punisce il Napoli, l'Inter ne fa 5 al Chievo e la Roma si riavvicina

4 Dicembre 2017

BarGirl

Da Striscia al Processo di Biscardi. Storia di Ele

Professionalità, istinto e alchimie dietro un successo tutt'altro che effimero

24 Settembre 2017

BarGirl

Tutta la bellezza di cavalli e ragazze nel Calenda

In vendita a 20 euro e tutto il ricavato in beneficenza

5 Gennaio 2018

In questa categoria