Nel pallone

Caro Benevento, non è colpa tua

30 Ottobre 2017

di Lorenzo Pulcioni

"Perché lo stiamo vedendo che ti stai impegnando" così comincia il post della Pagina Facebook "Ultras Moderati" dedicato alla squadra più scarsa (e pure sfigata) di tutta la Serie A.

Perchè se in 11 partite fai 0 punti vuol dire che sei scarso, ma pure parecchio sfortunato. Il primo punto, ad esempio, poteva già essere arrivato a Cagliari, l'ultima trasferta prima del rovinoso 1-5 casalingo con la Lazio. Rigore del pareggio nel recupero e tutti a casa felici e contenti (tranne i cagliaritani ovvio). E invece no. Nel recupero del recupero, il Cagliari ti fa il 2-1. E stessa situazione, più o meno, si è verificata già altre volte in questo inizio di campionato. Il primo in massima serie nella storia del Benevento che in Serie A, diciamocela tutta, ci è arrivato un po' per caso e sfortuna delle sfortune, si trova ad affrontare tutto questo senza il suo capitano, il difensore Fabio Lucioni fermato da un test antidoping che per ora lo inchioda come colpevole.

Non è solo colpa del Benevento, dicevamo. La colpa è anche e soprattutto di quanti, per massimizzare introiti e numero di partite in TV, hanno portato questa Serie A da 16 a 18 squadre, e da qui a 20. Di quanti hanno reso la Serie B un campionato affollatissimo, eterno, con play-off che coinvolgono un terzo delle partecipanti (alcune anche assai lontane dalla vetta) e che forse non è poi più tanto valida nello scegliere squadre adatte alla prima divisione calcistica italiana. Da troppo tempo questo sistema malato sforna solo agnelli sacrificali, e il Benevento è giusto l'ultimo di una lunga serie.

Ha fatto il suo calcio mercato nei limiti delle sue possibilità, ha rimodernato lo Stadio Vigorito, ha mostrato passione sugli spalti e grinta in campo, spesso vanificata dalla sfortuna dell'ultimo minuto. Ma con questa Serie A, fino a prova contraria, ha poco da spartire. Ma attenzione, l'anno scorso di questi tempi si diceva lo stesso del Crotone e ce lo ricordiamo come è andata finire. Perchè in fondo, se il Benevento è fermo a quota 0 dopo 11 partite (caso più unico che raro) è anche vero che Verona e Genoa sono "solo" a 6 punti, Spal e Sassuolo a 8, Cagliari e Crotone a 9. Non è colpa tua Benevento, in fondo non hai fatto niente male. Nemmeno sperare ancora.

Prime pagine di oggi

24 Agosto 2017

Ti consigliamo

Nel pallone

Di ranking, di playoff e di altre sciocchezze mond

Italia testa di serie dopo la sofferta vittoria in Albania. Obiettivo minimo ma per nulla scontato vista l'Italia degli ultimi periodi. A decidere gli accoppiamenti sarà il ranking

10 Ottobre 2017

Nel pallone

Troppo caldo per la divisa, arbitro in shorts e co

Stupore fra i giocatori al momento dell'appello e anche fra il pubblico all'ingresso in campo delle squadre per l'insolita mise del direttore di gara Virginia Casalicchio

21 Agosto 2017

Nel pallone

La tessera del tifoso adesso ha le ore contate

Il Viminale di concerto con la Figc sta lavorando per eliminarla del tutto in tre anni. Su 2.044 gare di alto livello, solo 302 "a rischio": su queste interverrà l'Osservatorio.

3 Agosto 2017

Nel pallone

VAR: avanti tutta, nonostante tutto

La Confederations Cup è stata il primo vero banco di prova per la moviola in campo. Ma non tutti sono convinti della tecnologia che sarà adottata la prossima stagione in Serie A

9 Luglio 2017

Nel pallone

Attenti a quei due

Di Francesco alla Roma e Spalletti all'Inter, le antagoniste della Juventus ripartono da due tecnici italiani

14 Giugno 2017

Nel pallone

Copa America allargata alle squadre europee: dentr

Secondo le indiscrezioni di Globoe Esporte il Conmebol, avrebbe approvato l'allargamento da 12 a 16 squadre aprendo di fatto il torneo alle squadre europee

28 Aprile 2017