A briglia sciolta

Parte sabato 23 febbraio la grande stagione dell'Ippodromo del Castello

21 Febbraio 2019

di Giuseppe Cicconi

A mezza via tra Parma e Reggio Emilia, l'Ippodromo del Castello compie cinquant'anni e li festeggia con iniziative e manifestazioni straordinarie, oltre che con l'importante riconoscimento, per quanto riguarda le corse al trotto (rigorosamente senza frustino) ottenuto dal Mipaaft, sotto l'egida del Ministro Centinaio, primo a comprendere l'importanza di impianti come questo e soprattutto i valori e il valore di un'ippica amatoriale che abbia e metta sempre al centro il cavallo e il rispetto, la passione, l'amicizia e, appunto, l'amore per questi animali fantastici, nobili e disponibili al tempo stesso, potenti e sensibili in un tempo solo, liberi e affidabili, generosi, unici. 

Il primo appuntamento della stagione "Cinquantenario" è fissato per sabato 23 febbraio, con la kermesse "Cavalli, Musica & Solidarietà", titolo che la dice lunga sui contenuti "multitasking" dell'evento: quattro corse di trotto -tre delle quali intitolate ad altrettanti campionissimi delle redini lunghe come William Casoli, Vittorio Guzzinati e Marcello Mazzarini mentre il Gran Premio di giornata è dedicato al ricordo di quell'uomo dalla passione unica e a 360° che è stato Alessandro Ercole, maniscalco (anche del grande Sharif di Jesolo), proprietario e anche driver, proprio nei circuiti amatoriali)- e spazio anche all'eleganza, alla bellezza (con la sfilata in pista -e in sella- di Alexia Beggi e Agata Lucchini, rispettivamente Miss Ippodromo e Miss Resto del Carlino in carica), al glamour (con le ragazze della PassionModel), alla musica e alla beneficenza con la presentazione live, durante la Cena di Gala al Ristorante Trotter di alcuni brani inseriti nel cd benefico STELLExAMANDOLA, compilation di artisti vari in uscita a maggio con la produzione di Engine Records e la direzione artistica del Maestro Vince Tempera i cui proventi saranno interamente devoluti, appunto, alla cittadina marchigiana di Amandola, gravemente colpita dal sisma del 2016. 

Tra i protagonisti del recital, condotto dal nostro Albert "Rubacuori" Foà (nessuno più adatto di lui a presentare uno show di donne, cavalli e canzoni) insieme alle belle e brave Barbara Bonvini e Agata Lucchini, anche Filippo "Solopippo" Rovati, il rapper Davide Dame, Francesco Viani, Elisa "La Bionda" Alloro e lo stesso Foà, con "Dopo la Fine del Mondo", brano intenso che sta raccogliendo consensi e piace a pubblico e critica. 

(Solopippo, Dame e Foà. Sotto, Elisa Alloro, Barbara Bonvini e Agata Lucchini)

Spettacolo, ovviamente, anche in pista dove tra gli altri saranno protagonisti anche la popolare amazzone-ingegnere Jessica "Bandolera" Pompa, il sindaco di Montecatini Beppe Bellandi e l'onorevole Cesare Ercole, membro della task force voluta per l'ippica da Gianmarco Centinaio e figlio di Alessandro, da cui ha ereditato anche la passione per i cavalli, il trotto e quella che lui stesso ama definire "l'ippica del cuore"...


 

 

 

Il primo grande evento dedicato ai salti e all'equitazione è in programma il 31 marzo e, da qui all'inizio dell'estate, come da tradizione, il "Jumping in Montechiarugolo" tornerà protagonista nella festività del Primo Maggio.

Nel bel mezzo della Primavera, la settimana prima di Pasqua, il clou dell'intero anno, con il week end del 13 e 14 aprile dedicato alla finale nazionale del concorso di "Miss Ippodromo 2019" e il "Palio dei Comuni e del Benessere dei Cavalli".

Il sabato verranno disputate le batterie della grande sfida di trotto e verrà eletta la Miss 2019 -scelta tra le 20 splendide e talentuose finaliste- che erediterà corona e fascia che nel 2016 furono conquistate dalla marchigiana Giada Settimi (nella foto sotto con Varenne), l'anno dopo dalla piemontese Dafne Apollonio (sotto con la fascia di Miss Claai) e 12 mesi fa dall'emiliana Alexia Beggi, tra l'altro tutte molto "in gamba" come amazzoni.

(Miss Ippodromo: nelle foto sotto Erika Franceschini, Connie Barra, Alessandra Russo e Ami Codovini, alcune dell'attesa finale 2019)

Domenica invece, le finali saranno quelle sentitissime del Palio, il primo in Italia a disputarsi senza frusta e nel rispetto totale -a cominciare dai controlli veterinari- del benessere dei cavalli. Una festa, sentitissima dai Comuni, ancor più dopo che lo scorso anno -proprio per non mettere a rischio la salute dei trottatori su una pista resa al limite dai nubifragi della vigilia e nell'imminenza della sfida- la manifestazione venne annullata e, quindi, il titolo è da considerarsi vacante e l'ultimo Comune ad aggiudicarsi il Palio è stato Gattatico, nel 2017, con il cavallo Principe e la guida, giovane e sensibile, di Francesca Consoli (foto sotto, in premiazione, con il compagno Roberto Vecchione, asso delle redini lunghe che proprio in questo ippodromo mosse i primi passi da allievo driver).


Il bello di questo incanto, per chi ama i cavalli, proseguirà alla grande anche nella seconda parte dell'anno e non mancheranno ospiti e sorprese incredibili, come in passato la visita di Varenne o quella di Donna Anita Garibaldi, ma la vera magia dell'Ippodromo di Rolando Paterlini, seguito in ogni dettaglio (anche e soprattutto al Trotter, inteso come ristorante) da Lorenzo Morini, dalla sua famiglia e dalla compagna Tea De Nittis, con il supporto di sempre da parte di Enzo Bertani e della Salfrutta di Maurizio Anceschi e con quello tecnico della famiglia Talami, è nelle esperienze del quotidiano, con il cavallo a farla da padrone e da amico, insegnante e allievo nella Scuola di Equitazione diretta con mastria da Massimo "Cillo" Cilloni e dalla Lety, come la chiamano tutti, all'Ippo, con la confidenza che arriva dallo star bene, insieme... 

  • Cavalli agli ordini dello starter
  • Nevruz in concerto al trotter
  • L'ultima curva
  • Sport in sella e su due ruote, ma non è il trotto
  • Jessica Pompa, Elisa Alloro e Petra Magoni, un the prima della grande sfida in pista
  • Riccardo Magrini, ruote e cavalli
  • Bambini alla scoperta del cavallo
  • Jumping per sport, passione e divertimento
  • L'attore Patrizio Rispo con la bella e talentuosa Barbara Bonvini
  • I mille colori dell'Ippodromo del Castello
  • Alyssa, Andrea, Irina e Agata, quattro ragazze della PassionModelAgency

Il tuo driver del trotto preferito

Vota quello che ti ha fatto o ti fa entusiasmare con le sue guidate

9.92% Sergio Brighenti, il Pilota

6.79% William Casoli, il Professore

3.79% Edoardo Gubellini, il Gubella

4.05% Giancarlo Baldi, Tamberino

2.61% Carlo Bottoni, il Sorcio

7.31% Vivaldo Baldi, Decione

4.70% Nello Bellei, Ivan

10.57% Marcello Mazzarini, l'Ottavo Re di Roma

2.48% Anselmo Fontanesi, il Morino

11.88% Enrico Bellei, il Cannibale

0.65% Lamberto Guzzinati, Lambretta

1.57% Walter Baroncini, il Mago

3.26% Gian Paolo Minnucci, Jean Paul

1.70% Armando Pellicci, Er Pomata ("io c'ho i ritagli")

6.92% Pietro Gubellini, Pippo

6.40% Vittorio Guzzinati, Toscanini

2.87% Giuseppe Pietro Maisto

7.96% Roberto Andreghetti, Roby

2.61% Biagio Lo Verde

1.96% Pasquale Esposito jr

Ti consigliamo

Attualità

Il Trotter, il ristorante che non ti aspetti

Davvero un posto per buongustai. Del palato, come della vita

12 Settembre 2016

A briglia sciolta

L'Ippodromo del Castello primo in Italia a vietare

Svolta epocale nel trotto di casa nostra. L'esempio, vincente, in Norvegia

11 Luglio 2017

BarGirl

Le magnifiche 20 Miss del Castello

Selezionate le ragazze per il concorso all'Ippodromo di Montechiarugolo. In passerella il 23 aprile

21 Febbraio 2017

A briglia sciolta

Il Campionato delle Stelle, ovvero quando l'ippica

Grandi personaggi e gente comune alla guida (senza frusta) dei meravigliosi cavalli. Per divertirsi, divertire e fare del bene. Uno spot pulito e vincente, premiato dai media e dal pubblico ma non sempre dagli ippici

8 Maggio 2018

Campioni di ogni tempo

Domani è San Valentino e sono 15 anni senza Marco

Ciao Marco

13 Febbraio 2019

Chiacchiere da bar

Partecipa al sondaggio del Bar e vota la tua canzo

Tutto gratis, niente 51 centesimi

12 Febbraio 2019

In questa categoria