Il borsino di Foà

Tutti pazzi per l'Italia del Mancio? Appunto, è da pazzi esaltati gridare al miracolo per aver battuto 2 a 0 la Finlandia

25 Marzo 2019

Sento e leggo meraviglie riguardo alla Nazionale di Mancini, ct che finalmente avrebbe invertito il corso del calcio azzurro, da decadente a rivoluzionario.

Bene, cioè male, perché la clamorosa impresa consisterebbe, secondo i soliti "saponi" del pallone, nell'aver quasi asfaltato la Finlandia sabato sera, tanto da essere strafavoriti domani contro il Liechtenstein.

Ora, con tutto il rispetto per il Principato (che conta più o meno gli abitanti delle presenze allo stadio per Juventus-Fiorentina di calcio femminile) e per la Finlandia (che ha bellissime donne e molti appassionati di cavalli), anche se la partita di sabato ha portato i primi 3 punti validi per la corsa agli Europei 2020, considerare il battere 2 a 0 la Finlandia un'impresa è da stupidi, esaltati o meglio ancora -cioè ancora peggio- le due cose insieme. 

Per carità, si è visto un bello spirito di gruppo, alcuni giovani -e un vecchietto come Quagliarella- hanno portato entusiasmo e, sia pure a tratti (la prima mezz'ora del secondo tempo decisamente no) la squadra ha messo in mostra un bel gioco, però sia il gioco corale, sia gli spazi, sia le singole individualità, per non parlare dei meccanismi e degli schemi, andrebbero sempre rapportati all'avversario affrontato. 

In più -cioè in meno- leggo e sento parlare di difesa blindata quando  uno come Bonucci adesso come adesso (e figuriamoci tra un po', agli Europei o ai Mondiali) non sarebbe titolare nemmeno nel San Marino e l'unica volta che i finlandesi sono venuti avanti hanno dovuto sbagliare loro per non segnare, di centrocampo straordinario quando in azzurro Verratti non convince mai e di eccezionali potenzialità dell'attacco quando invece rifilare uno o due gol alla Finlandia di eccezionale avrebbe per qualunque squadra ben poco. 

E qui faccio come farebbe Scoglio, cioè chiudo...

 

Se fossi in giuria chi voteresti tra le finaliste di Miss Ippodromo?

Tante bellissime ragazze, un solo voto, il tuo...

2.12% Alice Mignani Vinci

8.80% Annette Colaprice

5.04% Agata Lucchini

10.54% Alessandra Russo

12.64% Connie Barra

1.78% Nicoletta Bonaudo

2.26% Celina Beatrice Domjan Cetrano

10.80% Arianna De Palo

1.55% Laura Spimpolo

3.07% Ami Codovini

4.70% Erika Franceschini

6.05% Asia Ferretti

3.72% Andrea Camilla Sordini

10.66% Alessia Bechis

9.51% Loretta Marino

1.81% Sara Roba

2.89% Nicole Ghindia

2.06% Carlotta Cotti

Ti consigliamo

BarGirl

Le meravigliose finaliste di Miss Ippodromo

Quindici giorni al grande evento all'insegna di fashion, glamour e talento

27 Marzo 2019

Attualità

Mattia Bonetti: il disco, il progetto su Musicrais

Un giovane cantautore sulle orme dei grandi vecchi

24 Marzo 2019

Attualità

I "Rami" di Dame e Benedetto, ovvero un modo bello

Ironia e perfino qualche riferimento culturale per due voci nuove e interessanti. Il video un omaggio all'Emilia, girato tra i boschi di Albinea e l'Hotel Conte Verde di Montecchio

23 Marzo 2019

A briglia sciolta

Il Derby del calcio "rubato" all'ippica

C'è Roma-Lazio, c'è il Derby tra Milan e Inter, quello tra Toro e Juve, quello della Lanterna tra Genoa e Samp e poi Chievo-Verona, Perugia-Ternana o Palermo-Catania per dire di due sfide interregionali e non solo stracittadine e via di seguito.

23 Marzo 2019

Attualità

Dal 21 marzo al cinema "Ed è subito sera", bel fil

La regia è di Claudio Insegno

17 Marzo 2019

Non solo teste di serie

Il fair play finanziario non è solo una colossale

Antonio "Caco" Cacopardi lo spiega al Bar

12 Marzo 2019

Il borsino di Foà

Higuain bufala annunciata (solo da noi), Quagliare

Poche partite brutte quanto Juve-Milan e Inter-Sassuolo

21 Gennaio 2019

In questa categoria