Campioni di ogni tempo

Settant'anni Ferrari, dal primo giro in campagna al mito

12 Marzo 2017

di Lorenzo Pulcioni

Mercoledì 12 marzo 1947 un uomo con i capelli imbiancati uscì dal garage della sua azienda al volante di un prototipo della 125 S che non aveva nemmeno il cofano motore. Siamo dalle parti di Maranello e quell'uomo sulla cinquantina aveva un nome che diventerà leggenda: Enzo Ferrari. Leggenda chiama leggenda e allora le cronache narrano che per quel giro di prova indossò l'abito buono: camicia e cravatta. Imboccò la strada che porta a Formigine, sollevando polvere su polvere.

Era l'Italia che faticosamente usciva dalla guerra. Sarà stato per quello o per la polvere ma quell'uomo, che su quell'auto aveva lavorato per anni, compresi gli anni bui della guerra, non riuscì a trattenere le lacrime. Attraversò veloce le campagne tra gli sguardi dei contadini che non ci misero molto a capire che era lui.

Enzo Ferrari, quel 12 marzo di 70 anni fa, portò per la prima volta a spasso la 125 S, la sua prima auto, la sua prima Ferrari. Nasceva quel giorno il più grande mito dell'automobilismo. In mezzo ai campi, tra la gente operosa e sanguigna dell'Emilia. La piccola 12 cilindri su cui avrebbe campeggiato il Cavallino donatogli dalla madre dell'aviatore Francesco Baracca era solo l’inizio. I duri contadini emiliani sarebbero diventati i più abili meccanici del mondo.

Il Drake, il corsaro, come lo ribattezzarono i giornalisti inglesi dell'epoca, non ci mise molto a rendere reale il suo sogno. Già dalle prime gare di provincia la Ferrari cominciò a dominare la scena. Con quel giro di prova sulle strade di Maranello iniziò la storia del Cavallino, allora una piccola fabbrica divenuta negli anni l’emblema del Made in Italy nel mondo.

Ti consigliamo

Campioni di ogni tempo

Il dolore resta, la memoria anche. L'omaggio di un

"Solo il fato li vinse" è la frase che dal 4 maggio 1949 riecheggia nelle teste e nei cuori dei tifosi granata e di tutte le migliaia di persone che ogni anno salgono alla Basilica di Superga per ricordare il Grande Torino

4 Maggio 2016

Campioni di ogni tempo

Vale va veloce tra le curve spericolate e il marke

Campione e personaggio unico, il signor Rossi, ha colorato vita e carriera di colpi do scena, passione, umanità e spettacolo

25 Aprile 2016

Campioni di ogni tempo

Francesca "Melagrana" Piccinini, sempre al top (an

Atleta unica e leader sotto (e soprattutto sopra rete), straordinaria donna capace di stupire anche fuori dal campo. In bacheca un "Oro" ai mondiali, uno agli Europei,tanti scudetti e trofei ma anche un calendario senza veli, un'autobiografia da scrittrice e sei Champions, l'ultima conquistata domenica, a 37 anni. Perché i grandi campioni sono come l'amore e il mal di denti: non hanno età

13 Aprile 2016

Campioni di ogni tempo

Cesarone e i suoi tesori: passione, esempio, umani

Sulle tracce di Rocco e Bearzot, in prima linea per amore e lealtà. A 84 anni scompare Maldini senior, bandiera rossonera, azzurra e vero uomo di sport

3 Aprile 2016

Campioni di ogni tempo

Il Re è tornato, viva il Re

Roger Federer a 36 anni si è presentato a Melbourne dopo sei mesi di stop e da testa di serie numero 17. E ha conquistato la 28° finale in un torneo del Grande Slam

26 Gennaio 2017

Campioni di ogni tempo

Ezio Pascutti, il grande Bologna e quella foto da

Famosa come la rovesciata di Parola, l'immagine del gol in tuffo della grande ala sinistra è la più bella immagine di un calcio che non c'è più, quello delle bandiere come lui

9 Gennaio 2017