Caffetteria

Una birra dopo lo sport è meglio di un integratore

27 Ottobre 2018

Primi giorni di calura estiva e torna di attualità parlare del binomio perfetto tra birra e attività sportiva.

A sostenere la bontà di questo abbinamento, premesso delle modiche quantità in cui va assunta comunque la bevanda, sport o no, è Luca Gatteschi, medico della Nazionale italiana di Calcio e consigliere della Società italiana nutrizione sport e benessere: “Come per un atleta, le migliori prestazioni della birra si vedono anche sul fronte sportivo. Lontano dallo sforzo questa bevanda ha effetti positivi, e grazie alla minore quantità di zuccheri, al maggior contributo di magnesio, fosforo, calcio e complesso B, se limitata a una piccola quantità, la birra è anche più valida di un qualsiasi altro integratore energetico perché più completo”.

Gatteschi ha partecipato al convegno ‘Birra e salute, birra e sport. Incontri possibili o impossibili?, al ‘Beer Attraction’ a Rimini promosso da Unionbirrai: "Questa bevanda può tranquillamente stare sulla tavola di una squadra di calcio anche durante i ritiri. Per i calciatori, o gli sportivi in generale, meglio quelle a bassa gradazione e artigianali. Una ‘Gose’ o una ‘Weiss’, ad esempio, dopo una partita di tennis, hanno lo stesso valore di un’aranciata. Basta che non si superino i 3-4 gradi alcolici. Le donne sono le più avvantaggiate: alcune ricerche avrebbero dimostrato una prestazione sportiva migliore il giorno dopo l’assunzione di birra. Uno studio pubblicato sull”International Journal of Sport Nutrition’ ha verificato che la reidratazione con birra e acqua non è inferiore a quella apportata con la sola acqua. In più le birre, soprattutto quelle artigianali e non filtrate, sono ricche di magnesio”.

Ma attenzione, anche se la gola è arsa: “Bisogna sempre ricordare che si parla di una bevanda alcolica, ma ci sono studi che hanno evidenziato come un consumo moderato di birra può dare dei benefici a chi è diabetico o cardiopatico. Si parla in genere di un’unità alcolica per le donne e di due per gli uomini a giorno, ovvero una lattina o bottiglia di birra (330 ml) di media gradazione. Il segreto sta nei cereali e nel luppolo: quest’ultimo ha proprietà antiossidanti, ci sono alcuni lavoro scientifici che stanno monitorando l’effetto neuroprotettivo delle sostanze presenti nel luppolo”.

Ti consigliamo

Caffetteria

L'album fotografico in casa de La Marzocco

Le istantanee della nostra visita nell'azienda toscana leader nella produzione delle macchine da caffè. E alcune semplici considerazioni in ordine sparso  

8 Agosto 2016

Caffetteria

I bambini e il futuro: il vero investimento de La

Quinto appuntamento del reportage in sei puntate di Barsport.net sull'azienda toscana La Marzocco, eccellenza italiana nel mondo nella produzione delle macchine da caffè

26 Luglio 2016

Caffetteria

Il Miele Buono: essere custodi del "nostro" mondo

Un progetto nato con il crowdfounding e che ora cresce nell'Oasi di Castel di Guido dove le famiglie di api sono al riparo dagli agenti inquinanti e ci offrono lo spunto per imparare tante cose

17 Giugno 2016

Caffetteria

Roba da Mastri: il salone della birra e dei mestie

Dal 5 al 7 maggio apre le porte, a Terni, il primo Salone della Birra e dei Mestieri – Mostra Mercato, Roba da Mastri. Tre giorni dedicati alla birra e all’artigianato d’autore

26 Aprile 2017

Caffetteria

Oggi è il Carbonara day: la ricetta più amata, dis

Diffidate dalle imitazioni: panna, besciamella, aglio, cipolla. Dalle varianti: vegana, con pesce, senza glutine. E dalle origine fantastiose: tipo che l'hanno inventata gli americani

6 Aprile 2017

Caffetteria

I Cocktail Bar da provare a ogni costo (prima part

Da Torino a Palermo, passando per la Capitale, gli indirizzi dove bere miscelato è un'esperienza da vivere, fatta di cultura, professionalità e passione. La guida in sei tappe

6 Marzo 2017