BarGirl

Storia di Holly, che odia il Natale e non sa perché...

16 Dicembre 2016

La Bargirl di Natale si chiama Sara e di cognome fa Gimmi ma, quando scatta, diventa, più semplicemente, Holly.

E quando la piccola, timida, Sara, si trasforma in Holly acquista i superpoteri e non si tratta solo di fascino e seduzione, è proprio una nuova forza, come Superman. "Semmai Cat Woman -sorride lei- non solo perché per quanto bassa e piccolina sarò pur sempre più femminile e femmina di Suerman ma anche e soprattutto per quanto adoro i gatti e quanto, nella vita di tutti, a una gatta somigli".

In realtà,se si parla di cartoni, fumetti e supereroi - e non a caso le piacciono i Manga e tutto il Giappone l'affascina- Holly è una nuova Goldrake, l'anima segreta e l'alter ego del placido Actarus per intenderci, il "razzo missile con circuiti di mille valvole che tra le stelle sprinta e va" che oltre a battere tutti i cattivi ha catturato un'intera generazione e forse anche due, anche se non erano quelle di Sara.

(ph: Emanuele Corvetto)

Ama posare, ama il nudo come forma d'espressione e per una strana alchimia, solo in parte spiegabile dalla voglia e dall'intensità che ci mette, Holly riesce sempre, come modella di nudo, a non essere, mai, banale. C'è Sara, tutta Sara, soltanto Sara, in quelli scatti. Se sai guardare bene, fino a vedere dove gli altri guardano, ad occhi chiusi ne senti perfino l'odore, il sapore, la carica erotica e umana, i sogni, i respiri, le movenze aspre e dolci in un tempo solo. E' lei che guida. Lei che dirige il fotografo, lei regista di se stessa e padrona della scena, musica inclusa e dintorni. Vince e convince anche nel glamour...

"Quando faccio nudo sto tra movimento e ritrattistica. Mi piace sedurre, in parte nel senso di piacere ma ancora di più di colpire, trasformarmi, riscrivere il solito in diverso, speciale, mai visto -spiega la bella Sara- E pensare che quando Davide Narracci, che oltre a essere un amico è stato uno dei miei scopritori come fotografo, mi propose di posare nuda perché vedeva in me talenti e predisposizione, gli risposi se era matto e che mai e poi mai avrei fatto foto di nudo. Lo devo e lo voglio ancora ringraziare, perché pochi mesi dopo ho cominciato invece a farne, con altri fotografi, ma di testa mia. Lui sarebbe stato sicuramente tra i migliori a "leggermi" e "spogliarmi" ma l'idea era venuta a lui e non la sentivo mia. Poi, è venuta a me e ho messo in pratica quello che, in pratica, era un suo consiglio". Tra gli altri fotografi "eletti" vanno quanto meno citati Alessandro Caramagna, Riccardo Liporace, Cosimo Stasi, William Riva (suo lo scatto qui sotto), Alessandro Blasi, Rodolfo Cardarelli, Michele Della Guardia, Michele Maglio, Daniele Benedetti e Silvio Fabbri

Sara indica nella volpe il suo animale preferito ("rossiccia come spesso appaio, però più furba di me, piccola e comunque slanciata") anche se come detto si sente più una gatta ("indipendente sempre e comunque ma, purtroppo -ammette e ricorda- soprattutto per la pigrizia; comunque uno dei momenti più speciali della mia vita è stato quando mia madre, nel mezzo della notte, mi scaraventò sul letto quello che ho temuto fosse un topo ma che in realtà divenne il mio gatto"), adora il bordeaux inteso come colore, la carne come pietanza, Jim Carrey è il suo attore e Vanilla Sky il film, ha praticato per anni ginnastica artistica e, a proposito di slancio, pensa che quello sport l'aiuti molto nelle foto: "Sì, perchè sono bassina, ma riesco a non darlo granchè a vedere proprio grazie a certe mosse e posizioni", sorride...

Al Bar ci ha lavorato, ma come ragazza immagine e per i gadget, non come barista; in compenso "al bar ci vado spesso, in quello sotto casa e con la mia migliore amica, Kelly"...

Del suo corpo promuove a pieni voti "lo sguardo, che è non è solo una parte del corpo, è il primo mezzo di comunicazione e la forma più immediata di espressione" mentre litiga "con questi cazzo di capelli crespi che non c'è modo di tenere a freno e lisci per più di un battere di ciglia; amen", mentre caratterialmente apprezza la propria disponibilità a cercare il buono negli altri e "ascoltare" anche chi non le è proprio simpatico e si applaude per la determinazione mentre boccia e vorrebbe vincere -"ma non c'è modo, fidatevi"- quella benedetta, non troppo, "pigrizia da gatta"...

Insomma: pigra o determinata? "Beh, a dirla tutta sono caparbia e tenace, anche contro tutto e tutti, per quello che mi interessa, ma sono la più pigra del mondo -ammette- per tutto il resto".

Tra cartoni, fumetti, manga, gatti e disegni si illumina nel raccontare un posto da favola: "Trakai -e mentre ne parla si accende di emozione e vibrato- un'arcipelago isolato da tutto il resto dove recuperare pensieri e semplicità, bellezza allo stato puro. Cambia, non è mai lo stesso. Cambia a seconda delle maree e ti cambia lo spirito e i giardini dell'anima", racconta..

Si dedica con passione allo studio, tra psicologia, scienza e entropia: "Vorrei poter essere utile agli altri, sarebbe un bel modo di appagare me stessa e sentirmi speciale. Altruismo, ma anche un po' di sano egoismo, insomma"...

Sara ama la montagna anhe d'estate e, mentre studia da fumetto, approfondisce scienze e filosofie particolari della medicina. Crede molto nella meritocrazia e infatti detesta il fatto che "in Italia praticaamente non esista e non è tutta colpa dei politici -spiega- siamo proprio noi italiani che non ne abbiamo più la cultura. Io comunque mi merito tanto e a costo di prendere qualche musata state tranquilli che alla fine ce la farò. E sarà l'inizio, più che la fine", e sorride...

Alla faccia della timidezza e della piccola Bargirl di Natale...

Ah, a proposito di Natale, Sara è lapidaria: "Mi sta proprio sulle scatole. Mi avvolge e mi deprime", rivela. Ma non provate a chiederle come mai: "Dico la verità, non lo so", ci ha detto spiazzandoci ancora una volta, con la sua disarmante sincerità.

Li invece ci dà la scossa, quindi, in ogni caso auguri alla bella Holly...

   

(ph: Giulio Irving)

 

 

  • La grinta di Sara in uno scatto di Matteo Marucci
  • Ph: Daniele Benedetti
  • Foto di Daniele Bianco
  • Ritratto di Sara by Leonardo Losito
  • Holly in versione coniglietta, by Alessandro Caramagna

Bargirl nel Pallone

E tu, quale Bargirl vorresti per la tua squadra?

10.78% Stefy Cattaneo

22.55% Marialuigia Cericola

22.55% Giulia Spadaccio

44.12% Un'altra, per esempio Giada Settimi, Giulia Todaro, Rossella Piro, Georgia Viero, Barbara Clara, Hilary Merlini o Sharon De Luca

Ti consigliamo

BarGirl

BARGIRL DA STADIO: GIULIA, STEFY, MARIALUIGIA E MA

Ogni squadra una Miss, rigorosamente di serie A, come le cinque Bargirl elette a volto di Juve (Marialuigia), Torino (MarilIna), Napoli (Noemi), Udinese (Giulia) e Inter

6 Novembre 2015

BarGirl

NUOVI SCATTI PER "DOPPIA VALE", BARGIRL FINALISTA

Una delle bargirl che ha riscosso nel periodo settembre-ottobre maggiori visualizzazioni è stata Valeria "Doppia Vale" Valentini.

21 Ottobre 2015

BarGirl

NUOVI SCATTI E VIDEO PER ROSS, BARGIRL DI SETTEMBR

Per fine settembre ecco alcuni nuovi scatti e una clip speciale a ritrarre Rossella Piro, attrice e "bargirl" del mese secondo le indicazioni e il gradimento dei barsportisti... (ph: Gora)

29 Settembre 2015

BarGirl

ROSSELLA "LEONCINA" PIRO, ENERGIA ALLO STATO PURO

Lei è come John Holmes, nel senso -basta guardarla per capire che non esiste possibilità d'equivoco- di "una vita per il cinema". E per l'arte, lo spettacolo. La vita, anima e corpo, per la danza e la recitazione, per stare dentro la musica e l'armonia, sopra a un palco ("a costo di vincere le tante insicurezze") e davanti all'obbiettivo dei fotografi, ma, soprattutto alla cinepresa e alla telecamera di un regista. 

10 Agosto 2015

BarGirl

GLI OCCHI DI GIADA E IL CAFFE' CHE PRIMA O POI...

Non capita tutti i giorni che a servirci il caffè al bar sia una ragazza così. E anche la sera, nei locali che vanno per la maggiore, due occhi così non li trovi facile facile, a mixare vodka e lime per un buon caipiroska, come invece succede, per esempio, al Novecento di Porto San Giorgio, nelle Marche.

22 Marzo 2015

BarGirl

Valentina, curve pericolose e sguardi che non regg

Sensuale, bellissima e controversa, vive a Terni, sogna Milano e tifa Roma

27 Novembre 2016

BarGirl

Camilla: "Facile innamorarsi di me, ma per vivermi

Di una bellezza particolare ed espressiva, ha imparato a scegliere, selezionare e a credere in se stessa, a costo di stare (bene) da sola

11 Novembre 2016

BarGirl

HILARY, GIOVANE VETEROMANE CON L'ARTE NEL SANGUE

Hilary Merlini è la prima bargirl della Primavera 2016. Una bellezza particolare, la sua. Occhi grandi, neri, tondi e spalancati sul mondo, per curiosità e fascino. Sensuale, voluttuosa e innocente, come al tempo stesso strano e normale per i suoi 18 anni. Certo, a sentirne i gusti musicali, sembra l'abbiano congelata in un'altra epoca e "sbrinata" soltanto adesso: il jazz, i Depeche Mode...

20 Marzo 2016

BarGirl

KRISTEL, STELLA IN FIORE CHE NEL TEMPO LIBERO STUD

A guardarla sembra una ragazzina. Un po' Lolita e un po' Pippi Calzelunghe, a tratti sexy e a tratti pronta per giocare alle bambole.  Giusto così. Dato che lo è, una ragazzina... Poi la vedi recitare monologhi insospettabili, sfilare come una pantera bionda o posare senza tentennamenti per foto e cataloghi di lingerie o fare da musa per gli scatti (che sotto possiamo goderci) di Ricardo del Bene e il dubbio ti viene.

17 Marzo 2016