BarGirl

La sensualità di Alice, a mezza via tra sogno, meraviglie e piacere...

20 Settembre 2018

Due lauree, quindi non una ragazzina con la fissa dello spettacolo ma una donna che può fare della propria consapevolezza e determinazione armi di massima seduzione, ai confini dell'illegalità quanto è sensuale.

Alice Mignani Vinci, doppio cognome che fa un po' snob ma non è vero affatto, è la "dominatrice contrastata" (soprattutto da Annette Colaprice e Agata Lucchini che, insieme alle belle e raffinate Ami Codovini e Ludovica Torre, hanno completato il quadre delle 5 ragazze ammesse alla finale via Internet) ha una carica erotica che nasce da dentro e colpisce fino a stranire fuori, negli occhi di chi sa vedere, che è un piccolo ma decisivo passo ulteriore rispetto al guardare, che quello è di tutti.

Non è, Alice, la donna che piace da subito a tutti, nè soprattutto, a tutte le donne. Colpa, ma per chi ne capisce è merito, dell'essere femmina, femme fatale, senza essere fatalona, il più bello dei brividi e il peggiore pericolo in un tempo stesso, a seconda, prima ancora se sei uomo o donna, se hai la mente aperta o la testa socchiusa, magari in parte anche ipocrita, perbenista o del tutto ingessata.

Eppure è sempre elegante, a tratti suadente e dolcissima e al tempo stesso carica, intensa, vogliosa e determinata fino a sembrare da un lato indifesa e, dall'altro, insieme, aggressiva.

Anche fisicamente, Alice, è mix di contrasti: un seno piccolo piccolo, da bimba, però capace di accendersi e accendere cose e pensieri, labbra di fuoco e nasino da educanda, un po' spagnola negli occhi, oppure francese, pelle da nordica a fare calore, gambe slanciate e, diciamolo, un lato b che lo vedi e ti dice, appunto, più di mille parole. 

Sta imparando a giocarci, malizia ed istinto allo stesso tempo, con il suo corpo: sa muovere e posare i capelli -tra il rame e la fiamma- nei punti e nei modi giusti, si sfiora, con le mani, a sottolineare le curve, anche quelle appena accennate, fa immaginare...

Le piace un mondo piacere. Di più, vuole lasciare il segno.

Ama il mare ("sì, anche la natura della montagna però il mare è senza confine", spiega) ma vuole uscire da quello pur troppo grande ma senza spazio per emergere, distinguersi, "venir fuori dal gregge preconfezionato, dove -racconta- perfino l'arte e la bellezza sembrano imprigionati da freddi canoni e dal dovere rispondere alla massa". 

Animale preferito "difficile ma direi l'aquila, fiera, selvaggia e regale", film preferito "Psycho e tutto Hitchcock, ma anche Shining e il cinema horror, che quando è fatto bene è sublime ed emozionante, mentre se è mal girato rasenta il patetico e stanca", bevanda del cuore "anche se non so se al cuore faccia poi bene, il caffè; ne sono come drogata"...

Adora i profumi e ammette: "Quando trovo quello giusto e per giusto intendo quello dalle flagranze che amo e che si sposino bene con il mio pi-acca ma che non sia inflazionato -rivela Alice- perché la scia, il ricordo, il segno che lascia deve ricondurre a me e a me soltanto"...

Ha scattato molto e in generi diversi ma dove riesce a far centro quasi indipendentemente dal talento e dall'empatia del fotografo è nel glamour e nell'intimo, nelle foto erotiche. Sarebbe una bomba nel nudo ma -lo dice lei stessa- per fare nudo e non scadere nel banale, prima ancora che nel volgare, serve il fotografo giusto, quello speciale, specializzato e dedicato, che sappia scoprire e dipingere contorni, pulsioni ed energie perchè l'eros non è di tutti nè per chiunque"...

Del suo carattere promuove "la determniazione e la complicata semplicità", del suo aspetto fisico la convincono viso, sguardo e peculiarità mentre si vede un po' troppo "spigolosa" in certi "angoli", comunque si vede bella, sa di esserlo al punto di aggiungere: "la più bella, la più bella di tutte"...

Sensibile e innamorata dell'arte, è affascinata dalla capacità di sognare: "il sogno è l'energia che fa muovere il mondo e già che che ci siamo anche me io -conclude- sono il sogno di me stessa"...

E se per caso lo raggiunge, quel sogno, Alice è pronta per un altro viaggio. Il suo paese delle meraviglie è per strada, dove ci inciampi per forza, per caso, per un attimo o per amore, per sempre. Ma non puoi non notarla, dopo che l'hai vista una volta mai confonderla con un'altra donna.

Alice ha un segreto, un trucco, se ti entra dentro. Puoi mescolare il mazzo di carte da qui alle stelle ma alla fine, ogni volta, in principio esce sempre lei. Lei vestita di quel profumo e di vita, voglia, passione... 

 

 

Avessi fatto parte della giuria chi avresti eletto Miss Ippodromo del Castello 2018?

Indica la preferita tra le cinque finaliste

23.38% Agata Lucchini

18.18% Alexia Beggi

11.69% Anxhela Sinjari

27.27% Barbara Bonvini

19.48% Laura Spimpolo

Ti consigliamo

BarGirl

Camilla: "Facile innamorarsi di me, ma per vivermi

Di una bellezza particolare ed espressiva, ha imparato a scegliere, selezionare e a credere in se stessa, a costo di stare (bene) da sola

11 Novembre 2016

BarGirl

Giada, quando darsi all'ippica può far bene (anche

Domenica 21 agosto la nostra "Bargirl" ha vinto il titolo di Campionessa tra le Stelle, che segue alla fascia di Miss Ippodromo del Castello

24 Agosto 2016

BarGirl

Giada Lualdi. Come le onde del mare

Una vita all'insegna della passione e del provarci sempre e comunque: "Anche quando sembrano infrangersi contro gli scogli, sanno ricominciare -dice- meglio avere qualche rimorso per averci provato che tanti rimpianti per non averlo fatto"

8 Maggio 2016

BarGirl

La Bargirl Giulia va sull'Isola. Con Morandi

Dal 24 settembre, su Canale 5

5 Settembre 2017

BarGirl

Nuovi scatti per la bargirl Martina Tosi

Bellissima e sensuale, la modella è capace di provocare senza mai risultare volgare

13 Settembre 2018

BarGirl

Il Campionato Colorato (cioè non bianconero) della

La bellissima modella, tifa Inter ma spera nel Napoli

16 Marzo 2018