BarGirl

GIADA, CARNALE E VERA, TUTTA DA SCOPRIRE...

28 Agosto 2015

Le piace un mondo piacere. E piace al suo mondo. A chi la conosce. Ne è felice, ma non si accontenta: "Non c'è nulla di più eccitante che essere desiderata da una persona che desidero io stessa -dice- ma devo ammettere che a prescindere, accendere la voglia e affascinare gli altri mi piace, è gratificante, ne ho quasi bisogno"...

Giada Sciortino (sotto in uno scatto di Matteo Foiadelli e in un bianco e nero di Stefano Riva), giovane fotomodella della bergamasca (è nata a Treviglio, però abita a Cassano d'Adda e in attesa di spiccare il volo nel mondo del fashion e dello spettacolo lavora a Bellinzago, al "Centro Commerciale La Corte Lombarda") si racconta senza alcun timore e senza inutili ipocrisie, a cominciare dal suo rapporto con il sesso: "Una delle cose piacevoli in assoluto. Mi è capitato anche quello, per così dire, occasionale, ma quando è legato all'amore fa davvero la differenza. Ecco, sperando di non essere scambiata per ninfomane credo che l'amore carnale sia una delle esperienze capaci di dare un senso alla nostra esistenza"...

Mai "andata" con una donna?

"No, mai. Ma non mi dispiacerebbe. Amo le donne -rivela tra sincerità e voglia di provocare- i loro modi di fare, gli sguardi, il muoversi. Ovviamente non dovrebbe essere una donna qualsiasi ma quella donna"...

A posare ha iniziato tre anni fa, "quasi per gioco, poi ho scoperto due cose: che appunto come gioco mi divertiva e che c'era in me una voglia di esprimermi e di mostrarmi che poteva avere in qualche modo a che fare con talento e predisposizione; e da allora non ho smesso più e spero sempre di crescere e migliorarmi in questa attività, con l'aiuto di fotografi bravi e sensibili".

(PH: Cristian Bonanomi)

Mai posato nuda? "Nudo ne ho finora fatto poco e solo con fotografi con esperienza tematica. Non lo adoro ma credo, anzi so, di avere un buon potenziale nel genere"...

Il mondo della moda le piace, pur se "è difficile e almeno per ora non ne faccio parte; da fuori è bello, poi, da dentro, chissà"...

Si vede bella, sa di esserlo, anche se "il merito è tutto di mamma e papà; la bellezza intesa come estetica è molto legata alla genetica; diverso il discorso sulla sensualità, è una forma di espressione che o ce l'hai o non ce l'hai. E te ne accorgi pure: io, per esempio -lo dice sorridendo e in maniera giocosa- ce l'ho"...

E il fascino? "Il fascino è quello che lasci agli altri. Cosa gli resta addosso, una specie di profumo tutto personale. La qualità che più apprezzo in una donna è l'eleganza, lo stile, che non è una questione di abiti ma il portamento, il sapersi muovere e, soprattutto, il modo di essere e di vivere"...

Abituata a confrontarsi anche con se stessa ("credo che la felicità, almeno per quanto mi riguarda, stia molto nel poter andare fieri di se stessi, senza rimpianti e rimorsi"), Giada, fisicamente, si piace così com'è: "Ho una bella vita sottile, mi piacciono labbra e sorriso, sguardo intenso e non cambierei il seno con quello di nessun'altra (del sedere non parla ma quello parla da solo, ndr) anche se non mi dispiacerebbe essere un po' più alta e ho un rapporto conflittuale con il mio naso"...

(foto Riccardo Liporace per Bilinea)

Il capo d'abbigliamento preferito? "Il tacco 12, ma anche 13 o 14 -scherza- e la lingerie raffinata. Per me, prima ancora che per gli altri".

Sta benissimo anche quando veste casual, comunque, anzi l'assenza di fronzoli e la pelle scoperta ne esaltano voluttà e "schiettezza"...

(ph: Paolo Gari)

Dieci anni di danza -e il ballo resta il grande amore- ora appena può allena il corpo in palestra; adora gli animali, in particolar modo cavalli e cani (ne ha tre: Lady, una cockerina di 13 anni, Lucky, un bastardino di 8 e Dea, una rotweiller di 5 mesi); va matta per il cinema, il teatro (sogna e progetta di esserne un giorno protagonista "godo troppo sul palco, non scenderei mai") e per il sushi e la pizza.

(ph: Alessandro Ricca)

Cerca il successo, "ma non mi venderei nè cambierei per averlo", dice...

Si descrive come una ragazza semplice, umile e tenace, dal carattere forte e consapevole ("bella, elegante e simpatica lo devono dire gli altri", scherza). Il miglior pregio? "Sono trasparente, vera, sono così come mi vedi", il difetto? "Sono una ragazza abbastanza sicura ma ho paura della paura; di fare scelte sbagliate, di cadere nei rimpianti e nei rimorsi, dell'insicurezza. Lo sono di rado, insicura, ma quando lo sono lo sono oltre il limite. Colpa, più che merito, della mia sensibilità". 

Anche per questo, forse, negli uomini cerca principalmente tre cose: "Le affinità elettive, la passione e, appunto, la sicurezza".

 

(foto IXO)

Ha studiato turismo ma poi, complice la crisi del settore, si è data subito da fare come commessa, come promoter e ha lavorato anche in un bar, più che altro come cameriera e, finalmente, fotomodella freelance: "Dello stare al bar mi piaceva il contatto e l'incontro con la gente, oltre -e scoppia in una risata contagiosa- alle mance; comunque, scherzi a parte, se un giorno ne avessi uno sarebbe un locale piuttosto rock e con molta musica, niente calcio: live di autori e cantanti, musica degli U2 e, tra gli italiani, il Liga".

(PH: Eros Carera)

Detto dei gusti musicali, Giada (sotto in una posa sexy catturata e "disegnata" da Sirio Serughetti) non ha un film preferito ("Lo sarà il primo in cui reciterò da protagonista"), tra i libri sceglie Orwell e "La Fattoria degli Animali" e tra i cartoni "Olaf, di Frozen" anche se i "i miei super eroi preferiti sono i volontari, coloro che si dedicano agli altri in maniera disinteressata"...

Per Giada è importantissima la sua famiglia, ama "la vita in sè e le gioie che ne derivano", si commuove di fronte a chi fa del bene, non sopporta "ignoranza, cattiveria e avarizia" e si intristisce di fronte alle meschinità, all'invidia ("io non ho mai invidiato qualcuno per qualcosa o qualcosa di qualcuno", spiega) e "soprattutto quando -per fortuna non capita spesso, ma è successo, ammette- non posso essere fiera e orgogliosa di me"...

In una ipotetica scala di valori allo specchio mette in fila anima, cuore e testa... 

Noi del Bar, confessione per confessione, non trascureremmo anche il resto -tra l'altro naso compreso- che di Giada lo specchio riflette. Anzi, che sia tutta genetica o meno, complimenti (e grazie) a mamma e papà...

  

 

 

Ti consigliamo

BarGirl

ANITA, FUTURA MAESTRA D'ASILO E BARGIRL DI NATALE

Bella da far male, la nuova Bar Girl è Anita Giusti, di Senigallia.

19 Dicembre 2015

BarGirl

BARGIRL D'ESTATE

Alcune tra le bargirl del Bar Sport ci regalano "scatti" estivi, per rinfrescarci lo spirito e scaldare i "motori" in vista del grande settembre che ci attende...

29 Agosto 2015

BarGirl

ANDREA, IL NUOVO CHE AVANZA. ANCHE AL PROCESSO DEL

Andrea Delogu non è, come potrebbe sembrare per via del nome, un piccolo ma nerboruto fantino sardo bensì una splendida fanciulla di Rimini, cresciuta a San Patrignano e illuminata dal Cielo dei tanti talenti dell'arte: attrice, show girl, cantante, dj, scrittrice e conduttrice radio-televisiva.

30 Luglio 2015

BarGirl

I 15 ANNI DELLA BELLA IRENE: POSA E SOGNA MENTRE S

Una ragazza. E al tempo stesso ancora una bambina, dall'alto dei suoi 15 anni; un'adolescente, ma anche una donna in fiore, con la caparbietà di chi sa che a volte scegliere non significa rinunciare ma vincere, comunque vada a finire. 

27 Luglio 2015

BarGirl

ANCHE LA NOSTRA BARGIRL FESTEGGIA LA SUA JUVE

Dopo il Campionato la Coppa Italia, comunque vada il 6 giugno contro il Barcellona, va detto e scritto che la Juventus a livello nazionale non ha avuto quest'anno rivali. Ne è contenta e orgogliosa anche la nostra "Bargirl" Marialuigia, che della squadra allenata da Allegri è testimonial ufficiale e che ci regala alcuni scatti inediti dedicati alla sua fede calcistica, "indossando" (o facendosi accarezzare) le varie divise del club...

21 Maggio 2015

BarGirl

GIULIA, LA PERLA SICILIANA CHE SOGNA HOLLYWOOD

Ha solo 18 anni ma ha già spiegato le ali e sta per spiccare il volo in quello che per lei è il sogno di sempre: il mondo del cinema.

12 Marzo 2016