Attualità

La nuova vita artistica di Nevruz riparte da Amnesty

14 Maggio 2017

In quella edizione di XFactor, arrivò come un cazzotto di novità e arte all'ipocrisia dello stesso talent, Nevruz.

Poi è come sparito dalla grande ribalta, un po' perché inghiottito dallo schema stesso di quel tipo di programmi, un po' perché prigioniero di chi ha finto di puntare forte su di lui e, soprattutto, per scelta personale, il rifiuto di certi compromessi e il bisogno stesso di starsene da solo, appunto, con la sua solitudine di artista per cui la musica -e in qualche maniera la ricerca di espressione- viene prima di tutto, anche del successo più o meno facile.

Nel frattempo Nevruz ha studiato, ha cercato e assorbito di tutto, tra il tutto che trovava interessante: da Dalla a Demetrio Stratos, da Vasco a De Andrè, da Modugno a Totò fino alla Spagna, a montagne di libri e film, all'impiego della voce come strumento fino al piano di Chopin, la chitarra di Hendrix, le note di Beethoven, il "latinorum" di Santana e addirittura ai Righeira, quelli di "Innamoratissimo", de "L'Estate Sta Finendo", di "Vamos a la Playa" e naturalmente a "No Tengo Dinero", che -quanto a soldi in tasca- avrebbe quasi potuto, ("anzi voluto e dovuto", ammette) scriverla lui.

A proposito di Righeira, con Johnson è arrivata pure una hit di quelle da tormentone e proprio con l'estemporanea "Sembra Impossibile" (video sotto), il nostro ha rifatto capolino in classifica e sui palchi. Quasi come un'altra cover, un'altra dimensione più o meno estranea, con il gusto matto e divertito degli intervalli a scuola, della provocazione a se stesso e di attraversare un ponte. Tra il Nevruz di ieri e quello di dopodomani...

 

Da lì è arrivato un nuovo team, una squadra di persone di valore e valori pronte a scommettere sull'estro del Nevruz artista e del Nevruz uomo, bambino e alieno. Una nuova produzione, un musico come Alberto Benati, un editore bionda e stupenda come Elisa Alloro, a sua volta sospesa tra i folletti di Shakespeare, l'Emilia e il West da una parte, il casino organizzato e le guide ben salde in una mano perché per far nascere i progetti servono prima di tutto le idee ma per portarli in porto ci vogliono metodo, cura, pazienza e regole, perfino marketing, anche se in certi contesti potrebbe sembrare una parolaccia...

Bene così, tanto che alla fine sta per arrivare per Nevruz un nuovo inizio, una nuova avventura straordinaria, ricca di nuove, intense emozioni con un disco da realizzare in "crowdfunding" che, a proposito di parolacce straniere (una raccolta di fondi, per lo più tramite Internet, attraverso piccoli contributi di gruppi molto numerosi che condividono il tutto), è in questo caso musica nella musica, perché, se uno scrive o canta anche la più bella delle canzoni finché se la tiene per sè non solo è un peccato ma anche una cavolata, perché la bellezza, l'arte e il pensiero vanno portate tra la gente e la grandezza dei semplici è di non mettersi sul piedistallo e ripetersi "io faccio così e sono cazzi miei, tanto gli altri non possono capire", perché certo, non è il consenso di massa che va inseguito ma prima di tutto ci sono persone e sensibilità speciali che possono sposare un progetto del genere e poi a veder bene, anche il più grande degli oceani, il mare più infinito visto da una riva sola, il maggiore tra i laghi e tra i fiumi hanno i loro bravi affluenti, portatori d'acqua che hanno comunque il coltello dalla parte del manico, alla faccia di chi crede, per esempio, che la poesia sia un di più, un lusso da evitare invece di coglierla anche nelle piccole cose di tutti i giorni...

L'album che verrà dovrebbe intitolarsi "Il Mio nome è Nessuno", in omaggio a uno dei film preferiti da Nevruz ma anche -e soprattutto- a qualche riferimento personale e autobiografico. Nuovi autori, nuovo linguaggio e via dritto al cuore, nel duplice significato di non perdersi in fronzoli da sega mentale e di cantare anche l'amore e d'amore, che alla fin fine, è una delle anime dell'istrionico Nevruz, capace di distinguere bene tra l'essere romantico e sdolcinato...

In questo senso si va per esempio lavorando a "Solo Tu Sai di Me", testo in un tempo originale e qualunque, alla portata di quasi tutti ma dove quel quasi fa spesso la differenza, in tema di animo, pelle, vestito e sensibilità, capacità di leggere, vivere ed ascoltare, pardon, appunto, "sentire"...

L'oggi di Nevruz invece si chiama Amnesty con la partecipazione del brano "L'Immigrato" al concorso "Voci per la Libertà"...

Un fatto di impegno e un impegno che merita il voto per la qualità della canzone e per il contenuto, decisamente attuale e terreno, diretto, crudo e provocatorio nella forma, che in questo caso è sostanza.

Per votare (e godersi) "L'Immigrato" di Nevruz basta il più classico dei "Mi Piace" all'indirizzo linkato.

Ti consigliamo

Chiacchiere da bar

"PORTA ROMANA" SECONDO DALLA, GUCCINI E VECCHIONI

Atmosfera speciale per una chicca unica, datata 1977...

18 Giugno 2015

Giochi da bar

Monopoly Italia Live Tour: la piazza diventa tabel

E' partito da Milano il Monopoly Italia Live Tour e ben presto anche le strade e altre piazze d'Italia saranno pronte a trasformarsi in un gigantesco tabellone da gioco

13 Maggio 2017

Parole&Pensieri

A proposito della Boschi, di Banca Etruria e del b

Anche facendo finta di non sapere nulla dell'ex ministro ora sottosegretario, posso giurare sull'onestà e sulla (purtroppo rara) professionalità di De Bortoli

11 Maggio 2017

BarGirl

Barbara "Bar" Bonvini: il sole dentro, in un mare

Bella, sensuale e piena di talento, sfila e danza alla grande mentre studia da farmacista ma potrebbe avere un futuro da attrice e cantante davvero speciale, grazie all'anima, all'intensa espressività e al timbro di voce

10 Maggio 2017

Il borsino di Foà

Milano sempre più al buio, Spalletti si è rubato l

Inter da inchiesta a Genova, la Roma prende a pallate i rossoneri

8 Maggio 2017

BarGirl

Miss Ippodromo: è Dafne la nuova reginetta del Cas

Bellezza, talento e classe di questa ragazza di Novara conquistano la giuria e oltre alla fascia le regalano occasioni importanti

3 Maggio 2017