Attualità

Il Trotter, il ristorante che non ti aspetti

12 Settembre 2016

Tra la via Emilia e il West, a metà strada esatta tra Parma e Reggio. Tanto che l'insegna per l'accesso al ristorante è esattamente di fronte al cartello che separa le due province.

Il Trotter - si chiama così perchè all'interno del vecchio ippodromo, oggi pista da corsa amatoriale e centro di allenamento ma anche scuola di equitazione, appunto di trotto e centro polifunziale con maneggio e più di una giornata dedicata, oltre ai cavalli, ai cani- è quasi nascosto, tra gli alberi e il vicino Castello, tra il paese di Montechiarugolo e quello di Montecchio, però, nascosto o meno, vale la pena di scoprirlo. E provarlo...

Per l'ambiente, la vista, ma soprattutto, altrimenti che ristorante sarebbe, per come si mangia, si beve e alla fin fine per quello che alla fine ti trovi a pagare, che non è troppo e verrebbe da dire che è poco, non fosse che si vorrebbe sempre fosse di meno, quando sei alla cassa ma dalla parte sbagliata, alla voce uscita...

Gentilezza e simpatia, grazie a una conduzione familiare e appassionata, anche nei momenti di fatica comunque quasi divertita, felice di fare e vedere soddisfatto il cliente. Magari il servizio non è il massimo per celerità,  ma punto primo per mangiar fuori con il pepe al culo ci sono i fast food e punto secondo qualità e quantità ti riempono i minuti, oltre ai sensi.

Ai muri la storia del trotto, quasi una sala museo. Quest'anno c'è stato perfino Varenne...

La specialità è lo gnocco fritto, che è una figata da solo, con gli affettati del posto e i formaggi, accompagnato -touché- da un bel bicchiere (si comincia sempre da uno) di Lambrusco. Ma con il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto, con lo gnocco e le tigelle (che sono meglio delle migliori piadine romagnole, al Trotter i capolavori sono i primi, le paste con mescolanze di sapori da far venire l'acquolina e non solo. 

I secondi? Buoni, ma se vi siete sparati antipasto e primo potete saltarli e magari guardare al dolce, con le torte fatte in casa e in giornata...

L'unico problema è che i posti non sono tantissimi, ma è un bel vantaggio una volta che il vostro l'avete preso. Basta prenotare, chiamando Sir Lorenz Morini (al 348 2255955), gestore e factotum del tutto, in tutto e per tutto insieme all'affascinante compagna Tea. 

Aperto (quasi) sempre a pranzo e cena, isole comprese, ma da scoprire nel week end, come la più gustosa delle isole...

 

Apericena

Apericena a casa o in un locale?

20.00% Meglio una serata a casa, così poi posso buttarmi direttamente sul divano

20.00% In un locale, ho tutte le comodità e posso anche fare nuovi incontri

20.00% Se trovo tutto pronto, va benissimo anche a casa

40.00% Mi piace incontrare gli amici sia a casa che nei local

Ti consigliamo

BarGirl

Nuovi scatti per la bargirl Hilary

Sempre più sensuale, nelle foto di Skayal e Linguiti

13 Settembre 2016

Attualità

Le due sfide "stellari" di sabato a Montechiarugol

Il bello del trotto e dell'ippica in generale nella giornata con Varenne

4 Agosto 2016

Attualità

Le più belle isole italiane in foto: la top 10 dei

I viaggiatori di TripAdvisor hanno votato le isole più belle di Italia, d’Europa e del mondo, decretando i vincitori dei Travelers’ Choice Islands Awards 2016. Viaggiare in primavera è un’opportunità, anche per il nostro portafoglio.

20 Aprile 2016