Altri sport

Ralf Schumacher alla Mille Miglia per Michael

14 Maggio 2015

E' partita da Brescia la Mille Miglia 2015.

Come da tradizione la prima macchina a partire è stata una OM, in onore della Casa che si impose nel 1927. La città ha salutato oltre 400 fantastiche auto che percorreranno oltre 1.600 chilometri prima di tornare a Brescia domenica all’ora di pranzo, dopo un viaggio attraverso mezza Italia ed un passaggio anche in Franciacorta poco prima della bandiera a scacchi.

Prima tappa Rimini, con arrivo previsto intorno alle 22. Una volta lasciato viale Venezia, il serpentone rosso si è snodato lungo Largo Torrelunga, via Avogadro per imboccare la salita al Castello e quindi la discesa su Porta Trento. Da lì per via San Faustino, piazza Loggia, via Dieci Giornate corso Zanardelli, corso Magenta, piazza Arnaldo. Quindi via veloci verso Rezzato. Poi il transito da Desenzano sul lungolago Anelli, quindi un colpo di acceleratore verso Sirmione e da Peschiera del Garda si va a Verona, in piazza Bra, mettendo nel mirino Ferrara, Ravenna e infine Rimini, con pernottamento e un nuovo via domattina alle 8, destinazione Roma.





Tra gli equipaggi, numerosi i vip, così come non mancano le glorie che hanno fatto la storia di questa corsa. Ad esempio la Mercedes Benz, per festeggiare la vittoria record del 1955 partecipa (ma non in gara) con le tre Frecce d'argento, cioè le 300 slr che disputarono la corsa quell'anno. A bordo della vettura numero 722, che indica l'ora di partenza, le 7 e 22 del 27 aprile 1955, c'è il vincitore di quell'edizione, Stirling Moss che concluse le tappe con il tempo record di 10 ore 7 minuti e 48 secondi.

Sulla 704 c'è Hans Herrmann, mentre al volante della 658 al posto della leggenda Juan Manuel Fangio siederà Ralf Schumacher, fratello di Michael. Ma i nomi importanti non si fermano certo qui. Da quelli più noti alle cronache della musica e dello spettacolo, come Kasia Smutniak (al via su una Lancia Ardea del team ufficiale), Martina Stella, o il rapper britannico Elliot Gleave, a quelli che più si ritrovano nelle pagine di economia e finanza, come Thomas Weber, membro del consiglio di amministrazione di Daimler, o Wolfgang Porsche e Ferdinand Porsche, fratelli e discendenti dell'omonima dinastia, o Karl Frederich Scheufele, co-president di Chopard. Tra le macchine più rare anche una Siata 300bc spider, un'auto della casa italiana fondata da Giorgio Ambrosini a Torino nel 1926, guidata da una donna che gareggia da sola, Sylvia Oberti, che per partecipare è arrivata da San Francisco.





"Il numero di paesi di provenienza delle 617 iscrizioni pervenute - spiega Valerio Marinelli, presidente di 1000 Miglia - è aumentato di 6 unità salendo a 44 nazioni di tutti i continenti, nessuno escluso. Un risultato record, mai registrato in precedenza, che non può essere interpretato se non come un evidente aumento di notorietà internazionale della Freccia rossa".

Questi sono i paesi partecipanti: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Bosnia, Brasile, Canada, Danimarca, Ecuador, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Hong Kong, India, Irlanda, Isola di Man, Israele, Italia, Kuwait, Liechtenstein, Lussemburgo, Malesia, Malta, Messico, Montecarlo, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Popolare Cinese, Repubblica di San Marino, Romania, Russia, Singapore, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Thailandia.



Mentre sono 617 le vetture costruite fino al 1957 che hanno chiesto di partecipare. Tra le vetture iscritte, la marche più rappresentate sono state Alfa Romeo e Jaguar con 58 automobili; di seguito ci sono Lancia con 43 e Fiat con 42 iscritte, così come 42 sono le Mercedes-Benz; seguono Porsche con 36 vetture, Aston Martin con 29, Bugatti con 22, Ferrari e Austin Healey con 21; l'elenco è completato da altri nomi per un totale record di 73 Case.

LEGGI ANCHE

Punzonatura e partenza: il via alle 14.30

Il Colonnello Atturi: "La corsa più bella e più folle"

Dai fornelli al volante: Joe Bastianich alla Mille Miglia

UNUCI alla Mille Miglia per i 100 anni da Grande Guerra

Presentata l'edizione 2015 della Mille Miglia

Le città della Mille Miglia

Barsport alla Mille Miglia con ... "La Matta"

Ti consigliamo

Altri sport

Scommesse rimborsate a chi aveva puntato su Valent

L'agenzia di scommesse Bwin ha deciso di rimborsare tutti quelli che avevano puntato sulla vittoria di Valentino Rossi nel Mondiale della MotoGp, per ritrovarsi con un pugno di mosche in mano a causa del biscottone di Marc Marquez e Jorge Lorenzo. In gergo si chiama "Justice payout": si tratta del rimborso della giocata, sotto forma di bonus, se questa risulta perdente a causa di fattori esterni che hanno influenzato il risultato.

12 Novembre 2015

Altri sport

Finale dei sogni tra due amiche e avversarie sin d

Secondo il sistema “Elo”, elaborato da un certo signor Arpad Emrick Elo, statunitense, professore di fisica e notevole giocatore di scacchi, la vittoria di Roberta Vinci su Serena Williams è la più grande sorpresa di tutti i tempi nel tennis femminile.

12 Settembre 2015

Altri sport

Wimbledon, la Bouchard multata per una spallina ne

Noi del Bar Sport siamo molto affezionati a Eugenie Bouchard, tennista canadese brava, bella e graziosa. Lo siamo a tal punto da essere al suo fianco anche nell'assurda, sebbene motivatissima, multa che l'organizzazione di Wimbledon le ha comminato per il grave peccato di aver fatto vedere una spallina nera dal reggiseno. Si sa che il rigido dress code che vige presso l'All England Lawn Tennis and Croquet Club sin dal lontanissimo 1877 impone per tutti indistintamente sempre e solo il bianco.

1 Luglio 2015

Altri sport

Assen il circuito di Valentino, ma Lorenzo è il fa

Il carrozzone della MotoGp si sposta dalla Spagna alla vicina Olanda. Il programma prevede le due sessioni delle qualifiche per oggi con la Q1 e la Q2. Stavolta la bandiera a scacchi della gara ci sarà sabato, invece che di domenica come di solito.  

26 Giugno 2015

Altri sport

Le città della Mille Miglia

Analizzando a fondo i percorsi delle ventiquattro edizioni della corsa ci si rende subito conto che parte dell'enorme popolarità delle Mille Miglia, ieri come oggi, deriva dal fatto che i concorrenti transitavano sull'uscio di casa di oltre mezza Italia.

7 Maggio 2015