Altri sport

Ettore Messina è il nuovo coach della Nazionale di basket

6 Novembre 2015

Un ritorno sulla panchina della Nazionale italiana di basket.

E' quello di Ettore Messina, reso noto dalla Federazione Italiana Pallacanestro e subito dopo confermato dallo stesso coach con un post sulla sua pagina Facebook. L’intesa è stata raggiunta dal presidente federale Gianni Petrucci dopo il divorzio "consensuale" con l'ex allenatore Simone Pianigiani, che aveva guidato gli Azzurri fino ai quarti di finale degli Europei in Francia. Messina, che era assistant coach della squadra Nba dei San Antonio Spurs, è già stato allenatore della Nazionale: dal 1992 al 1997 ha diretto 105 partite vincendo la medaglia d’argento agli Europei del 1997, la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo nel 1993 e ha conquistato il secondo posto ai Goodwill Games nel 1994.

La nuova avventura di Messina in Azzurro comincerà ufficialmente con l'inizio del nuovo anno e vedrà in particolare focalizzata l'attenzione sul torneo pre-olimpico di luglio e, soprattutto, l'eventuale partecipazione dell'Italia del basket ai Giochi Olimpici di Rio nell'agosto 2016. "Sono onorato e orgoglioso – ha detto il nuovo ct – di avere l'opportunità di tornare a vestire la maglia azzurra. Mi auguro di poter dare una mano ai nostri ragazzi per poter raggiungere un obiettivo così importante per noi e soprattutto per i tanti tifosi che hanno seguito con entusiasmo gli ultimi campionati europei".

In quell'occasione l'Italbasket di Danilo Gallinari e Marco Belinelli è stata eliminata dalla Lituania ai quarti di finale. L'obiettivo è quello di centrare la qualificazione alla prossima Olimpiade brasiliana e, per farlo, ha puntato tutto sul tecnico catanese, tra gli allenatori europei più vincenti e divenuto il 26 novembre 2014 il primo vice allenatore non statunitense della Nba. Con Messina "è come se non ci fossimo mai lasciati – commenta il presidente Petrucci – perché il nostro rapporto umano è continuato anche in questi anni. Il nostro sogno di andare all’Olimpiade è ancora vivo e ora, grazie alle qualità di uno dei migliori tecnici al mondo abbiamo un ulteriore motivo per essere fiduciosi".

Ti consigliamo

Altri sport

Addio triste alla leggenda del rugby Jonah Lomu

Una montagna con la dinamite nelle gambe. Un pioniere del rugby moderno. Una leggenda del rugby di sempre. Potremmo trovare centinaia di appellativi per descrivere Jonah Lomu. Ma c'è una cosa, in particolare, che lo rende un simbolo, un esempio, un semi-Dio: il suo essere stato un uomo incredibile. Chi lo ha conosciuto, compagno o avversario che fosse, lo ricorda con affetto; testimonial di Peace and Sport. Se n'è andato questa notte, a soli 40 anni.

18 Novembre 2015

Altri sport

Scommesse rimborsate a chi aveva puntato su Valent

L'agenzia di scommesse Bwin ha deciso di rimborsare tutti quelli che avevano puntato sulla vittoria di Valentino Rossi nel Mondiale della MotoGp, per ritrovarsi con un pugno di mosche in mano a causa del biscottone di Marc Marquez e Jorge Lorenzo. In gergo si chiama "Justice payout": si tratta del rimborso della giocata, sotto forma di bonus, se questa risulta perdente a causa di fattori esterni che hanno influenzato il risultato.

12 Novembre 2015

Altri sport

Il rischio di Cassani: ai Mondiali senza Fabio Aru

Il ct della nazionale di ciclismo, Davide Cassani, si è presto un bel rischio decidendo di non convocare Fabio Aru per i prossimi Mondiali su Strada che si terranno a Richmond.

21 Settembre 2015

Altri sport

Clamoroso Italian job agli Us Open. La finale è Pe

Ci vuole qualche secondo per trovare le parole giuste. Potremmo cominciare col dire che è il punto più alto di sempre per il tennis italiano. Che se per la prima volta in assoluto una tennista italiana era stata capace di raggiungere la finale degli Us Open, che dire nel momento in cui pure l'altra finalista è un'italiana?

11 Settembre 2015

Altri sport

Bufera tennis: scandalo scommesse tra i top player

Lo scandalo scuote il tennis mondiale. Secondo la Bbc e Buzzfeed.news da anni match di alto livello che coinvolgerebbero 16 giocatori tra i primi 50 del ranking mondiale sarebbero stati truccati e manipolati. La rete di scommettitori si estenderebbe dalla Russia all'Italia, in particolare nord Italia e Sicilia.

18 Gennaio 2016