A briglia sciolta

Le tristi verità di Libero sul rapimento di Unicka e Vampire Dany

8 Marzo 2017

Il Bar ha fatto dell'ippica un vero e proprio cavallo di battaglia, con rubriche ed articoli ad alto gradimento -e per carità, rendimento, una scommessa vinta- e tutti noi siamo ovviamente rimasti sconvolti e giustamente schifati, indignati, dal criminale rapimento di Unicka e Vampire Dany, la campionessa bionda e il promettente puledro del trotto italiano.

Ne hanno parlato tutti e scritto idem, dove per tutti si intendano anche i soliti tuttologhi da tastiera, ma soprattutto media di grandezza e importanza -che non sempre sono termini che coincidono con la credibilità- nazionale: dai Tg della Rai e di Mediaset fino a Repubblica, Corriere, Stampa e compagnia più o meno cantante...

Bene, cioè naturalmente male, anche perché l'unico ad avere affrontato la questione e i fatti come si doveva affrontarli è stato Libero, il quotidiano diretto da Vittorio Feltri, spesso campione ed esempio, più che altro, di provocazioni (comunque mai cretine, che è già qualcosa e anche molto di più di qualcosa) ma in questa occasione incisivo e capace di cogliere alcuni aspetti fondamentali della vicenda e del settore.

Verità scomode e riflessioni tristi, che meritano tutta l'attenzione del caso, non a caso inserite non in un pezzo di mera cronaca, nè in una pagina di sport ma in una bella, appassionata, pagina dedicata agli animali e, in questa occasione, interamente ai cavalli (di spalla un pezzo sui pony della Regina Elisabetta e come controapertura di taglio basso quello sulle Stelle del trotto che gareggiano senza frusta).

Prima osservazione: è più che probabile che al rapimento abbia se non addirittura partecipato almeno concorso un basista, un interno o comunque una persona -o più d'una- che conosceva a mena dito non solo l'ambiente e come trattare i cavalli ma anche la logistica e i segreti del centro di allenamento e delle scuderie (tra l'altro distanti l'una dall'altra) che ospitavano Unicka e Vampire Dany. 

E' da lì, cioè da chi possa essere la talpa infame che unitamente a rapide e incisive battute di "caccia" (intesa come ricerca), devono partire gli investigatori, ascoltando bene le deposizioni degli appassionati proprietari e dell'allenatore (Erik Bondo) che gestisce il centroe interrogando chiunque, ma proprio chiunque, potrebbe essere a conoscenza delle informazioni servite ai rapitori e da loro utilizzate per il colpo.

Libero al di là del caso specifico fa poi due considerazioni importanti sul rapporto dei media con l'ippica: la prima è che spesso per ignoranza e incapacità (ma forse anche per il tornaconto di pochi che hanno interesse a lasciare nel ghetto il settore) l'ippica e gli ippici non sono in grado di confezionare e vendere al meglio il proprio prodotto e le sue "tante storie belle, straordinarie e del quotidiano"; la seconda che in questo senso le colpe dei media sono ancora più gravi, sempre pronti a sparare in prima pagina scandali e porcherie di quel mondo ma, salvo rare eccezioni, quasi mai a esaltarne "colori, passione" ed emozioni delle tante persone per bene che ancora ci ruotano intorno; nè a denunciarne con forza, per esempio, i gravissimi e gravosi ritardi con cui lo Stato sta pagando i premi alle scuderie e ai professionisti.

Il tuo driver del trotto preferito

Vota quello che ti ha fatto o ti fa entusiasmare con le sue guidate

11.03% Sergio Brighenti, il Pilota

6.94% William Casoli, il Professore

4.45% Edoardo Gubellini, il Gubella

3.74% Giancarlo Baldi, Tamberino

2.49% Carlo Bottoni, il Sorcio

7.12% Vivaldo Baldi, Decione

4.63% Nello Bellei, Ivan

11.03% Marcello Mazzarini, l'Ottavo Re di Roma

3.20% Anselmo Fontanesi, il Morino

9.43% Enrico Bellei, il Cannibale

0.89% Lamberto Guzzinati, Lambretta

1.78% Walter Baroncini, il Mago

3.20% Gian Paolo Minnucci, Jean Paul

1.60% Armando Pellicci, Er Pomata ("io c'ho i ritagli")

7.65% Pietro Gubellini, Pippo

6.05% Vittorio Guzzinati, Toscanini

2.31% Giuseppe Pietro Maisto

7.65% Roberto Andreghetti, Roby

2.49% Biagio Lo Verde

2.31% Pasquale Esposito jr

Prime pagine di oggi

Ti consigliamo

Campioni di ogni tempo

Varenne. "Mamma butta la pasta che siamo campioni

Bandiera italiana in tutto il pianeta e campionissimo famoso ovunque. Una favola vera, di quelle che piacciono un sacco al Bar Sport

10 Giugno 2016

A briglia sciolta

La svolta di Trotto Italia, ultima occasione per r

Valter Ferrero e gli allevatori sono riusciti a unire proprietari, gentlemen e professionisti in un ente che potrà supportare il ministero nelle scelte tecniche

10 Marzo 2017

Parole&Pensieri

I bambini sono bambini e devono giocare, scatenars

Almeno loro

7 Marzo 2017

BarGirl

Alina Person vince il titolo di "Bargirl 2016"

Attrice e ballerina, oltre che pittrice, è stata la più votata dai lettori

4 Marzo 2017

A briglia sciolta

Casoli e Brighenti, "gemelli diversi" di Castelnov

Hanno scritto pagine indelebili nel trotto, ed è arrivato il momento che il borgo natio li ricordi come campionissimi dello sport

3 Marzo 2017

BarGirl

Le magnifiche 20 Miss del Castello

Selezionate le ragazze per il concorso all'Ippodromo di Montechiarugolo. In passerella il 23 aprile

21 Febbraio 2017

In questa categoria

10 Aprile 2018

Il cavallo ride, ama e, soprattutto, sa scegliere

A briglia sciolta

27 Febbraio 2018

LA BANDOLERA JESSICA E LA MAGIA DEI CAVALLI

A briglia sciolta

13 Luglio 2016

Marcello Mazzarini, l'Ottavo Re di Roma

A briglia sciolta